Le schede dei pesci

Zoogoneticus tequila

  (Webb, S.A., e R.R. Miller. 1998)
Zoogoneticus tequila

Zoogoneticus tequila è una specie di goodeide che probabilmente è ormai estinta in natura (almeno per quello che riguarda le località in cui ne era stata registrata la presenza in passato).

Questa specie proviene dalle zone di drenaggio del Rio Teuchitlàn nella regione di Ameca, in Messico ovviamente. Il nome comune inglese per questo pesce è Crescent Goodeid dovuto alla banda arancione sulla pinna caudale (che ricorda una luna crescente ).

Come per molti altri goodeidi, condizioni di allevamento ottimale comprendono acqua dura e temperature non troppo elevate ( dai 14 ai 28 °, visto che nel nostro paese in estate la temperature delle vasche non difficilmente raggiunge i 28 gradi, è bene lasciare la vasca non riscaldata in inverno ripercorrendo l’andamento naturale della temperatura. Questo non può che giovare ai nostri pesci).

Zoogoneticus_tequila_giovane_femmina.jpg (66507 byte)

La gravidanza dura attorno ai 45giorni (tipica per i goodeidi pur se si arriva anche fino ai 2 mesi). Per i primi giorni i piccoli (che sembrano femmine in miniatura) sono molto deboli e impacciati nel nuoto avanzando a fatica. Questo sembra non interessare le femmine , ma il loro dondolare sulla pinna caudale tende ad attirare i maschi (penso perché ricordino il movimento di una preda ,insetto o piccolo crostaceo) che se mostrano interesse (spesso li colpiscono a morte ma non li mangiano perché sono comunque grandi alla nascita) è bene siano allontanati.

Una volta che iniziano a nuotare bene i genitori non prestano loro alcuna attenzione. Una buona “covata” è di circa 20 unità e i piccoli crescono lentamente.

Come perle altre specie di goodeidi , la femmina deve accoppiarsi dopo ogni gravidanza in quanto non è in grado di immagazzinare sperma. Tendono ad accoppiarsi con le temperature più calde dopo la pausa invernale.

Zoogoneticus_tequila_maschio.jpg (54360 byte)

Sono goodeidi di piccole dimensioni (maschio sui 5 cm , la femmina poco più grande). In natura si cibano di alghe, piccoli crostacei, larve, insetti ma accettano anche mangime secco.

Sono pacifici rispetto ad altre specie della famiglia , solo qualche scaramuccia tra i maschi di tanto in tanto.

L’associazione tedesca DGLZ ha già promosso un gruppo di mantenimento tra i suoi membri per mantenere la specie e preservarla dalla totale estinzione  

Dr_John_Lyons_Feb_2000Mex.jpg (28293 byte)          HabitatCamp_Site_Rio_Teuchitlan_small.jpg (29644 byte)

Rio Teuchitlàn 

Foto gentilmente concesse da  / Photograps by Ivan Dibble   

 

  

home page      pagina sommario      poecilidi     goodeidi    altre famiglie   link